Con il governo Monti le donne diventano protagoniste: Anna Maria Cancellieri, Paola Severino ed Elsa Fornero

governo monti, donne monti, ministri donne monti, donne in politica, Anna Maria Cancellieri, Paola Severino, Elsa Fornero‘Le donne diventano finalmente protagoniste e per la prima volta in Italia possiamo dire di avere abbattuto il ‘tetto di cristallo’ grazie alla nomina di autorevoli personalità a ministeri di primo piano quali Giustizia, Interni, Welfare- pari opportunità’. Sono le parole con le quali si è presentata il presidente della Commissione Pari Opportunità Federica Maria Giuliani (Pd). E’ un segnale di grande fiducia e rinascita per tutte le donne. In particolare l’aver affidato ad una donna il ministero unico welfare lavoro e pari opportunità significa avere ben presente la drammatica situazione in cui versano le donne lavoratrici.

Ecco le tre donne ministro

Interno: Dottoressa Anna Maria Cancellieri
dalla nascita della Repubblica Italiana, è la seconda donna a ricoprire una carica di tale rilievo, dopo Rosa Russo Iervolino durante il Governo D’ Alema.
L’ ex Prefetto ormai in pensione al momento ricopriva la carica di Commissario Straordinario al Comune di Parma.
La Cancellieri ha iniziato la sua carriera al Ministero dell’ Interno nel 1972 dopo essersi laureata in Scienze Politiche.
Si è occupata di relazioni estere e dell’ufficio stampa della Prefettura di Milano, poi nominata prefetto ed essere trasferita a Roma; successivamente cambia varie città ed incarichi passando per Parma, Bergamo, Brescia, Genova ed altre ancora fino al 2009 anno in cui va in pensione.
Nonostante il richiamo della famiglia e l’ importante ruolo di nonna, non è il  tipo da pensione e alla fine dello stesso anno viene nominata commissario straordinario del Teatro Bellini di Catania.
L’anno seguente Maroni, la chiama per commissariare il Comune di Bologna, dove in seguito le verrà proposta la candidatura a Sindaco che però rifiuterà per non essere accostata a nessuno schieramento politico.
Una sua frase celebre: ”io l’ 8 marzo l’abolirei, la donna non deve sentirsi razza a parte perché siamo molto meglio degli uomini“.

Giustizia: Professoressa Avvocato Paola Severino
è uno dei più importanti e rinomati avvocati penalisti ed  è la prima donna Ministro della Giustizia nella storia della Repubblica italiana. Professoressa di diritto, prorettore dell’ Università Luiss Guido Carli; durante la sua carriera di avvocatessa ha rappresentato personalità importanti come Prodi, Geronzi per il crac Cirio, il legale della Fininvest, un ex segretario del Quirinale, ha rappresentato anche grandi società come Eni o Telecom.
Dopo la laurea in Giurisprudenza ha ottenuto diverse cattedre universitarie, ha insegnato diritto penale alla Scuola ufficiali carabinieri di Roma ed è stata la prima donna a ricoprire la carica di vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura militare.

Lavoro e Politiche Sociali con delega per le pari opportunità: Professoressa Elsa Fornero
Ha le idee chiare sui provvedimenti da prendere riguardo le pensioni, uno dei punti focali del nuovo governo. Ritiene necessaria una riforma strutturale della previdenza che include anche la flessibilità di uscita tra i 63 anni e i 70 per uomini e donne che produrrebbe dei consistenti risparmi e l’ eliminazione di ogni sacca di privilegi.
Oltre ad essere Vice presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa-Sanpaolo è docente presso l’Università di Maastricht, editorialista ed economista della Stampa e de Il Sole 24 Ore.
La aspettano mesi difficili, il discorso previdenziale è complesso e controverso ma tutto questo non la spaventa, è pronta ad affrontare la mole di lavoro cercando di ritagliarsi del tempo libero per il marito, i due figli e i tre nipoti.

Con il governo Monti le donne diventano protagoniste: Anna Maria Cancellieri, Paola Severino ed Elsa Forneroultima modifica: 2011-11-20T18:09:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo